Come effettuare il prelievo capillare


1 –Preparare il materiale

  • Pungidito

I pungidito sono personali, non bisogna mai usare un pungidito di un’altra persona. Si consiglia inoltre di cambiarlo una volta all'anno, perché la molla, lasciandosi andare, potrebbe rendere il prelievo del campione meno confortevole.

  • Lancetta

Utilizzare una lancetta nuova per ogni prelievo capillare.

  • Striscia

Verificare sempre la data di scadenza prima dell’uso.

  • Lettore di glicemia

Controllare regolarmente il vostro lettore.

  • Raccoglitore di rifiuti

Per eliminare lancette, strisce, aghi e siringhe.

  • Diario: Che cosa è necessario riportare sul diario?

         Tutti i giorni : livello di glicemia, dose di insulina, orario di iniezione.

         Regolarmente : il peso, l’emoglobina glicata (HbA1c), e per le donne la data del ciclo.

Occasionalmente: le analisi delle urine (tutti i giorni per i bambini), le ipoglicemie, l’ora e il modo di assunzione degli zuccheri, le attività fisiche abituali, le malattie, i viaggi. 

 

2 – Preparare il sito di prelievo

 

Lavare le mani con acqua tiepida e sapone e asciugarle bene.

Non utilizzare nè disinfettante nè lozioni o creme perchè altererebbero i risultati; lo stesso vale per tracce di zucchero sulle dita, che potrebbero falsare l’esito del prelievo.

 

Per far scorrere la circolazione verso le dita è possibile:

  • Scrollare la mano verso il basso
  • Massaggiare il palmo verso l’estremità del dito che verrà utilizzato per la puntura

3 – Regolare la profondità del prelievo

Per ottenere una goccia di sangue sufficientemente grande senza andare troppo in profondità, bisogna tenere conto:

  • Dello spessore della pelle
  • Del volume di sangue necessario al lettore di glicemia (è inutile prelevare una goccia grande se il lettore ne richiede una piccola)

I pungidito a profondità variabile permettono di selezionare la profondità del prelievo di cui si ha bisogno.

È meglio iniziare da una goccia piccola e aumentare qualora non fosse sufficiente.

 

4 – Scegliere il punto in cui effettuare il prelievo

È bene fare  una rotazione dei punti di prelievo, per evitare la formazione di calli:

  • Alternando mano destra e mano sinistra
  • Alternando i lati di ciascun dito (i lati delle dita sono meno dolorosi del polpastrello)

Dopo aver prelevato il sangue, è bene non premere troppo il dito: questo provoca l’uscita di liquido linfatico che diluisce il campione di sangue.

Smaltire adeguatamente tutti i materiali usati: bende, salviette, lancette.



Edit Page >>