Disturbi ai piedi


Nel corso del tempo, il diabete può danneggiare i nervi e i vasi sanguigni che alimentano gli arti e più specificamente i piedi.

Il danno neurale si chiama neuropatia ed è causato dagli effetti di un alto livello glicemico nel tempo. C’è il rischio di perdere la sensibilità - la capacità di sentire i segnali di pericolo importanti come il dolore, calore e freddo. Questo aumenta la probabilità di contrarre lesioni o danni accidentali ai piedi senza accorgersene finché la pelle si taglia e si infetta.

La circolazione può anche diventare lenta. Ciò significa che i tagli e le ferite potrebbero non guarire più velocemente come dovrebbero, e diventare quindi dolenti o infetti.

Per entrambi questi motivi, se si è affetti da diabete, è importante avere particolare cura dei piedi, e controllarli da vicino.

Cura e controllo dei piedi

  • Bisognerebbe verificare con attenzione i propri piedi quotidianamente e cercare eventuali tagli, ferite o gonfiori, in particolare tra le dita e intorno al tallone.
  • Oltre a lavarli e asciugarli bene, una lozione idratante può aiutare a mantenere elastica la pelle (non idratare tra le dita dei piedi). È importante indossare calzini puliti o collant ogni giorno.
  • Tagliare le unghie con cura. Se si sospetta che un’unghia sia incarnita, consultare un podologo.
  • Non trattare verruche o calli da soli. Consultare un podologo.

    È importante fissare regolari controlli con un podologo; il medico può consigliarti a questo proposito.

Cose a cui prestare attenzione

  • Scarpe troppo strette o che vestono male
    La pressione delle scarpe può creare vesciche, calli e duroni. Se non vengono curati, si può formare un’ulcera. Questi disturbi possono essere difficili da guarire, e spesso si infettano. Nei casi più gravi possono essere necessari la chirurgia o addirittura l'amputazione. Se si pratica sport, è fondamentale assicurarsi di indossare scarpe e calze di buona qualità, e della taglia giusta.
  • Alte temperature
    Quando si fa il bagno, quando si usa l’acqua calda o un termosifone per scaldarsi, la mancanza di sensibilità potrebbe non far accorgere che i piedi sono diventati molto caldi. È bene quindi evitare di usare borse dell’acqua calda e fonti dirette di calore sui piedi, facendo attenzione a misurarne sempre la temperatura con un termometro.


Edit Page >>