Introduzione al diabete


Il diabete è una condizione che cambia il modo in cui il corpo utilizza il glucosio (un tipo di zucchero) per produrre energia.

Le persone non affette da diabete presentano valori normali di glucosio nel sangue.

Negli individui che non sono affetti da diabete il cibo viene digerito nello stomaco e trasformato in glucosio che, attraverso il flusso sanguigno, arriva alle cellule del corpo. L’insulina prodotta dal pancreas consente al glucosio di giungere alle cellule e di dare loro energia.

         Le persone affette da diabete hanno livelli troppo alti di glucosio nel sangue.

Il pancreas non produce abbastanza insulina o l’insulina che produce non agisce come dovrebbe. In entrambi i casi le cellule non possono ricevere il glucosio di cui hanno bisogno. Questo si accumula nel sangue e, mentre tale livello cresce, le cellule non ricevono energia e si indeboliscono.

Quando il livello di glucosio nel sangue diventa troppo alto, il corpo deve liberarsene e lo fa attraverso le urine. In questo caso possono essere avvertiti i seguenti sintomi:

  • Poliuria (bisogno di urinare molto spesso)  
  • Polifagia (fame intensa)
  • Polidipsia (sete intensa)
  • Improvvisa perdita di peso  
  • Stanchezza
  • Ulcere che guariscono lentamente
  • Pelle secca e pruriti
  • Perdita di sensibilità dei piedi, formicolio alle mani e ai piedi
  • Disfunzioni sessuali
  • Offuscamento della vista

I primi quattro sintomi sono i sintomi “classici del diabete” e compaiono per i seguenti motivi:

Ogni cellula nel corpo ha bisogno di energia, che viene prodotta dalla conversione del cibo in grassi e zucchero (glucosio). Il glucosio viaggia attraverso il flusso sanguigno come un componente stesso del sangue. Le cellule rimuovono parte di quel glucosio dal sangue per produrre energia. La sostanza che consente alle cellule di estrarre il glucosio è una proteina chiamata insulina.

L’insulina viene creata dalle cellule beta che sono situate nel pancreas, un organo collocato vicino allo stomaco.

Quando il glucosio presente nel sangue aumenta, le cellule beta rilasciano nel flusso sanguigno l'insulina, che viene distribuita alle cellule nel corpo.

L’insulina si attacca alle proteine sulla superficie delle cellule e consente al glucosio di spostarsi dal sangue alla cellula, dove poi viene convertito in energia.

Una persona con diabete di tipo 2 o diabete gestazionale o non produce sufficiente insulina o ne è insensibile, il che significa che il corpo non è in grado di usarla correttamente. Una persona affetta da diabete di tipo 1 o produce poca insulina o non ne produce per niente.

Se l’insulina è insufficiente, le cellule nel corpo non hanno un veicolo per acquisire il glucosio dal flusso sanguigno, quindi le cellule, denutrite, soffrono mentre il livello di glucosio nel sangue continua a crescere.

In risposta a un calo di energia nelle cellule, il cervello manda all’esterno segnali che portano la persona a mangiare di più. Contemporaneamente, le altre cellule nel corpo cercano di ottenere energia chiedendo al corpo di bruciare grassi e proteine muscolari. Il fegato può convertire le proteine muscolari in glucosio, ma si instaura un circolo vizioso: viene generato più glucosio ma non riesce comunque ad essere trasformato in energia perchè non c’è sufficiente insulina che lo trasferisca nelle cellule del corpo.

Quando è presente troppo glucosio nel sangue, esso si libera nelle urine. Le urine delle persone sane non contengono zuccheri. Nei diabetici, lo zucchero attira l’acqua a sè come una spugna asciutta e l'individuo produce quindi grandi quantità di urina proprio a causa di tutta questa acqua. Queste abbondanti urine rendono spesso la persona assetata e la portano a bere eccessivamente.

Queste risposte alla mancanza di insulina portano le persone con diabete a mostrare i quattro “classici” sintomi del diabete: essi perdono peso a fronte di un aumento dell’appetito, bevono eccessivamente, e urinano spesso.

Il diabete è una patologia cronica

Il diabete è una patologia cronica. Dal diabete non si guarisce, nemmeno con i trattamenti. Si tratta anche di una patologia degenerativa, poichè se non trattato, può portare a gravi complicazioni.

La buona notizia è che può essere tenuto sotto controllo ma con continue precauzioni di monitoraggio.

Un trattamento che funziona all’esordio della patologia può dover essere riformulato man mano che il tempo passa, per poter sempre mantenere il glucosio al livello a cui dovrebbe essere.

Gli operatori sanitari che sono attorno a te lavoreranno per trovare il tuo livello ottimale di glucosio.

Ci sono differenti tipi di diabete:

  1. Diabete di tipo 1
  2. Diabete di tipo 2
  3. Diabete gestazionale


Edit Page >>